Cos’è l’indagine Eurostudent?
Introduzione

Il progetto Eurostudent prevede la realizzazione di indagini triennali per monitorare la condizione studentesca nelle università italiane.

Il progetto è stato avviato negli anni Novanta; da allora sono state realizzate sette edizioni con cadenza triennale (nel 1994, nel 1997, nel 2000, nel 2003, nel 2006, nel 2009 e nel 2012).

Le Indagini sono state realizzate da un Gruppo di lavoro che opera attualmente nell’ambito del Cimea (Associazione Cimea); in precedenza tale gruppo ha operato nell’Associazione Rui e nella Fondazione Rui. Le indagini sono state promosse e finanziate dal Miur e sono state realizzate con la collaborazione dell’Ufficio di Statistica del Miur. Per alcune edizioni dell’Indagine il Gruppo di lavoro si è valso della collaborazione tecnica di università italiane. 

L’indagine Eurostudent sulle condizioni di vita e di studio degli studenti universitari è realizzata in Italia nell’ambito di un’indagine comparata europea condotta da un pool di paesi riuniti nell’Eurostudent Network.

Il progetto prevede la realizzazione di indagini con cadenza triennale. Dopo una prima edizione pilota realizzata negli anni Novanta, a partire dal 2000 sono state svolte cinque indagini comparate.  

La comparazione internazionale avviene sulla base della fornitura, da parte dei paesi partecipanti, di un set di dati e indicatori statistici prodotti in base standard metodologici concordati, corredati da analisi valutative in relazione allo scenario nazionale. In ogni paese è prevista pertanto la realizzazione di un’indagine nazionale, svolta con formule e strumenti coerenti con gli standard metodologici concordati nell’ambito dell’Eurostudent Network.      

Dal 2006, con lo svolgimento della terza indagine comparata europea, le attività dell’Eurostudent Network sono state integrate nel piano di lavoro per l’attuazione del Processo di Bologna, il processo intergovernativo che ha portato alla costruzione dello Spazio europeo dell’istruzione superiore.

Privacy - Cookies